) Bimbi meno raffreddati con probiotici Stampa
Venerdì 18 Settembre 2009 11:10

L'introduzione di alimenti probiotici nella dieta dei bambini risulta vantaggiosa nella prevenzione delle malattie da raffreddamento. L'evidenza deriva da uno studio condotto in Cina e pubblicato su Pediatrics che ha permesso di verificare che bimbi che bevono due volte al giorno latte supplementato con sostanze probiotiche hanno meno episodi febbrili, minore necessità di antibiotici e si astengono dal frequentare la scuola, per problemi di salute, in misura minore rispetto a chi si alimenta con latte normale. In particolare, 326 bambini di età compresa tra 3 e 5 anni, sono stati suddivisi in 3 gruppi e assegnati a ricevere, rispettivamente, latte arricchito con Lactobacillus acidophilus; con Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium animalis o semplicemente latte intero (gruppo placebo). Il primo gruppo di bimbi rispetto al gruppo placebo ha riportato una riduzione del 53% degli stati febbrili; del 41% dei raffreddori e del 28%  degli episodi di rinorrea. Risultati anche migliori sono stati registrati con l'abbinamento dei due ceppi batterici: riduzione del 72% degli stati febbrili; del 62% dei raffreddori e del 59%  degli episodi di rinorrea. Anche il periodo di convalescenza è più breve nei primi due gruppi rispetto al placebo: la lunghezza della malattia si riduce del 32% con il Lactobacillus e del 48% con Lactobacillus e Bifidobacterium.

 

Pediatrics 2009, pp. e172-e179