top
logo

i nostri visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi10
mod_vvisit_counterIeri49
mod_vvisit_counterIn questa settimana10
mod_vvisit_counterIn questo mese1571
mod_vvisit_counterVisitatori Totali285902

Home La consulenza nutrizionale
La consulenza nutrizionale PDF Stampa E-mail

 

Ogni "paziente" dovrebbe avere con il proprio nutrizionista un rapporto di cordialità e fiducia. Perchè il trattamento dietetico abbia veramente effetto è necessario instaurare una certa complicità con il nutrizionista, il quale dovrebbe discutere assieme alla persona i problemi che l'hanno spinta verso un trattamento dietetico e le possibili soluzioni, al fine di intervenire nel modo più corretto senza troppo gravare sulle abitudini alimentari e lo stile di vita soggetto stesso. E' quindi importante instaurare un vero e proprio rapporto umano, fondato sulla stima e la fiducia reciproci: il "paziente" deve credere nelle capacità del proprio nutrizionista ed impegnarsi seriamente nel seguire le indicazioni che gli vengono fornite, dall'altra parte, il nutrizionista deve coinvolgere attivamente il soggetto nella stesura di una dieta mirata e personale, credendo nella volontà di seguirla dello stesso, e nel suo impegno per ottenere risultati concreti.

E' con quest'ottica che effettuo le mie consulenze nutrizionali, come se il trattamento fosse un percorso da intraprendere assieme al cliente, passo dopo passo, verso la soluzione dei problemi che l'hanno spinto a rivolgersi a me.  

La consulenza nutrizionale che effettuo è solitamente organizzata nel modo seguente:

- Colloquio e raccolta dati generici: è la prima fase della consulenza in cui parlo con la persona, per conoscerla, capire il motivo per il quale intende seguire una dieta ed esaminare i motivi che l'hanno spinta a chiedere un aiuto al nutrizionista. Durante il colloquio avviene una prima raccolta di dati utili alla stesura del piano dietetico, riguardanti sia le abitudini alimentari che lo stile di vita della persona.

- Misurazioni antropometriche e rilievi bioimpedenziometrici: in questa fase effettuo misurazioni in termini di: peso, statura, circonferenze e pliche corporee. Le misurazioni vengono effettuate a contatto con la pelle per non introdurre errori e sovrastime, date dagli indumenti, per questo è gradito che il soggetto indossi un abbigliamento intimo adeguato al tipo di visita che andrò ad effettuare. Il test bioimpedenziometrico viene effettuato attraverso l'uso di un bioimpedenziometro che permette di calcolare la composizione corporea in termini di massa grassa, la massa magra, muscolatura, acqua corporea e massa ossea. Sia la misurazione antropotmetrica che il rilievo bioimpedenziomentrico sono necessari per stimare lo stato di nutrizione della persona e per svolgere i calcoli dei fabbisogni energetici, al fine di poter elaborare una dieta ottimale e specifica per ognuno.

- Anamnesi alimentare e stima fabbisogni energetici: l'anamnesi alimentare è un'indagine che mi permette di conoscere le abitudini alimentari del soggetto sia attuali che passate, le eventuali terapie nutrizionali pregresse, i suoi gusti ed il generale stile di vita che conduce. Già in questa fase posso consigliare alla persona eventuali cambiamenti che sarebbe salutare adottare, sia a tavola che, in generale, nella vita di tutti i giorni. Il passo successivo è la stima del fabbisogno energetico della persona. Questo avviene indagando sulle attività quotidiane che il soggetto svolge, come lavoro, sport, hobbies ed interessi, e rapportando il tutto alle misurazioni antropometriche e bioimpedenziometriche precedentemente effettuate. In questo modo posso sviluppare un programma dietetico che sia il più vicino possibile alle abitudini ed alle esigenze del soggetto, senza perdere di vista gli obiettivi che, insieme, ci siamo prefissati di raggiungere.

- Discussione del problema e delle possibili soluzioni: è una parte importante della consulenza nutrizionale in quanto, insieme alla persona, si discute il problema che l'ha spinta verso il percorso dietetico ed, una volta inquadrato chiaramente il "problema", concordiamo insieme le soluzioni che più si adattano al caso.

- Consigli: oltre alla dieta è mia premura offrire consigli, non soltanto nutrizionali, che possano migliorare ulteriormente la condizione del soggetto. Sconsiglio abitudini e vizi nocivi per la salute o aggravanti lo stato attuale del paziente, mentre tendo a trasmettere un'educazione alimentare concreta, e ad invogliare l'attività fisica, pratica che ritengo di fondamentale importanza per il successo di una dieta e per il mantenimento di uno stato di maggiore benessere, sia fisico che interiore ed intellettivo.

Sulla base di tutti i dati ed informazioni ricavati dalla consulenza, compilerò un piano dietetico che sia il più possibile vicino alle abitudini alimentari del soggetto, in modo che sia più facilmente sostenibile, pur mirando ad ottenere i risultati concordati, nei tempi adeguati al caso.

La dieta sarà consegnata entro la settimana successiva alla consulenza nutrizionale, secondo le modalità concordate con il soggetto stesso.

 

 

Chi è online

 30 visitatori online

Link Utili

SINU
Società Italiana di Nutrizione Umana
INRAN
Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione
ABNI
Associazione Biologi Nutrizionisti Italiani
ONB
Ordine Nazionale dei Biologi
CNR
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Joomla!
Joomla! Il più popolare e maggiormente utilizzato progetto CMS Open Source nel mondo.

bottom


Dott. Gianni Bimbi - Biologo Nutrizionista - Tel. 347.6997818 - Email info@bimbinutrizione.it
P.I. 01903210506 - Privacy Policy - Cookie Policy